Esami di Stato 2020/2021

Anche quest'anno l'esame di Stato è rappresentato da un'unica prova orale suddivisa in 4 fasi, e le prove Invalsi e il completamento delle ore del PCTO non saranno requisiti d'ammissione, l'orale sarà valutato fino a 40 punti, i restanti 60 derivano invece dai crediti del triennio. Vediamo nel dettaglio le fasi del colloquio e le scadenze importanti per tutti i maturandi. 

La prova orale sarà così strutturata: 

  • Presentazione dell'elaborato sulle discipline d'indirizzo, ovvero un argomento concordato che sarà assegnato dai docenti. L'argomento dell'elaborato sarà assegnato dai docenti entro il 30 aprile e gli studenti dovranno consegnarlo entro il 31 maggio. L’elaborato potrà avere la forma più varia, in modo da tenere conto della specificità dei diversi indirizzi di studio, della progettualità delle istituzioni scolastiche e delle caratteristiche della studentessa o dello studente in modo da valorizzare le peculiarità e il percorso personalizzato compiuto. Le materie oggetto dell'elaborato sono state pubblicate il 4 marzo.
  • La discussione di un breve testo, già oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura italiana.
  • Un materiale assegnato dalla commissione sempre coerente con il percorso fatto.
  • L'esposizione delle esperienze svolte nell'ambito del PCTO.

I colloqui inizieranno il 16 giugno, data individuata come giorno d'inizio della maturità 2021. La commissione sarà interna, l'unico membro esterno sarà il presidente. L'ammissione sarà valutata dal consiglio di classe, e la partecipazione all'Invalsi e il completamento delle ore di PCTO non saranno requisiti obbligatori.